Pesca della Carpa

Metodo di Pesca

La pesca della carpa va effettuata nei fondali con esca verde se ricchi di vegetazione, giallastra se sabbiosi, grigiastra se melmoso.

La lenza non deve essere troppo sottile perchè alcune volte deve sostenere il peso di alcuni esemplari che possono superare anche i 10 Kg. di peso.

Si deve montare un peso ad oliva di peso non superiore ai 20-30 grammi, un altro peso va applicato vicino alla lenza per trattenere vicino al fondo l'amo. 

Esso può essere a due o tre punte.

La Carpa è onnivora, dunque si possono usare vari tipi di esche. 

Fra le preferite il lombrico, la pallina di polenta. Si consiglia una canna di 3 metri e con una lenza di circa 100 metri.

La carpa sputa immediatamente l'esca se il boccone non è di suo gradimento, oppure la ingoia spostandosi verso il suo abituale ricovero sul fondo.

A questo punto il pescatore deve dare una rapida e decisa sferzata affinchè l'amo entri nelle fauci del pesce.

Ferità e addolorata la carpa si darrà alla fuga ed ecco il perchè di una lunga lenza.

Quando si tratta di un pesce molto grosso si consiglia la pescatore di entrare in acqua per effettuare la cattura con l'aiuto del guadino.